Torna a: Top
Copertina

L' Ottocento / a cura di Giancarlo Alfano e Francesco de Cristofaro. - Roma : Carocci, 2018

 

Copertina

Abraham Hanibal, l'aieul noir de Pouchkine / Dieudonne Gnammankou ; biographie prefacee par Leonid Arinshtein. - Paris ; Dakar : Presence africaine, c1996

 

Andrej Belyj / Valerij Demin. - Moskva : Molodaja Gvardija, 2007

 

Copertina

Bestiari tardoantichi e medievali : i testi fondamentali della zoologia sacra cristiana / a cura di Francesco Zambon ; con la collaborazione di Roberta Capelli …[et al.]. - Milano : Bompiani, 2018

Questo volume offre la più ampia raccolta di bestiari tardoantichi e medievali che sia stata finora pubblicata. I lettori avranno a disposizione tutto il corpus fondamentale dei bestiari, in versi e in prosa, con il testo originale a fronte (greco, etiopico, latino, francese, occitano, anglosassone, islandese, tedesco e russo), nuove traduzioni e ricchi apparati (introduzioni, note, bibliografie). Si tratta di testi sorprendenti e affascinanti, che costituiscono una imprescindibile fonte di informazioni per lo studio di qualsiasi aspetto (religioso, storico, letterario, artistico) della cultura medievale. Nato ad Alessandria d'Egitto probabilmente nel II secolo d. C. con il "Fisiologo greco" (il cui testo fu via via modificato, ampliato e rielaborato in numerosissime versioni in varie lingue), questo genere descrive la "natura" (le caratteristiche) dell'animale e, nello stesso tempo, elabora interpretazioni allegoriche fondate su temi e figure della dottrina cristiana. Partendo dal principio che "il mondo è un simbolo", i bestiari hanno il loro fondamento teologico nell'idea secondo cui tutte le realtà materiali sono immagini o specchi delle realtà spirituali e divine.

Cerca a catalogo altri titoli simili

Copertina

La biblioteca del buon operaio : romanzi e precetti per il popolo nell'Italia unita / Adriana Chemello. - Milano : Unicopli, 2009

Ritorna, in una nuova edizione, il libro di Adriana Chemello che nel 1991 aveva, tra i primi, individuato e analizzato la vasta letteratura indirizzata all'educazione delle classi popolari. Nell'Ottocento, oltre alle biblioteche "letterarie", proliferano le "biblioteche popolari" che hanno come obiettivo la formazione degli Italiani e il loro disciplinamento. Con la "biblioteca dell'operaio" s'intende indicare un filone di letteratura costituita da libri e opuscoli di letterati ed educatori, sui quali sembra essere piombata un'eclisse totale. Obbediente a una precisa finalità disciplinante, questo genere di letteratura sovrappone alla dimensione morale del "buon italiano" quella del "buon operaio": gli operai previdenti e laboriosi incarnano nei racconti i nuovi "eroi del lavoro", e diventano i protagonisti delle collanine per il popolo predisposte per le biblioteche circolanti. E le storie esemplari dei "buoni operai" cresciuti alla scuola di Franklin e Smiles riecheggiano spesso vistosamente il modello manzoniano incarnato in Renzo Tramaglino, lungo un percorso di maturazione che, attraverso una serie di "prove", culmina con l'emancipazione spirituale, intellettuale ed economica.

 

Per sapere se il libro è disponibile e in quale biblioteca si trova clicca il titolo.

Clicca l'immagine della copertina (se presente) per collegarti alle pagine del libro su Google Libri.