Ultimi arrivi

Antica capitale dell'Impero romano, Ravenna, sulla costa adriatica, possiede un'incomparabile ricchezza di mosaici del V e VI secolo. Unico nella sua grandezza, questo primo capolavoro della fede dell'era cristiana scintilla sotto la sua scorza di mattoni - tre chiese, un mausoleo, due battisteri - come una gemma imperitura fra il crepuscolo dell'impero romano e la notte dei tempi barbarici. Esso ci propone una originale visione del Vangelo (e dell'Antico Testamento), dai colori vividi, d'una freschezza repentina, che riconcilia il cielo e la terra, li fa coesistere in una serena, gioiosa e dolce armonia. Più che una guida, più che un libro di storia, Il Vangelo secondo Ravenna è una passeggiata contemplativa attraverso le più belle illustrazioni che il Vangelo abbia mai ispirato ad artisti perfettamente padroni della propria tecnica e candidamente docili alla luce della propria fede. «Se il vostro destino eterno vi interessa, andata a Ravenna: esso sta scritto sui suoi muri» scrive André Frossard. Ed è anche stupendamente scolpito nelle pagine del suo Vangelo secondo Ravenna.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Dalla camminata in precario equilibrio di un funambolo alla passeggiata spaziale di un astronauta sospeso nello spazio siderale, questo libro offre un vertiginoso percorso nelle forme con cui il cinema contemporaneo coinvolge e sconvolge lo spettatore intensificando le sue percezioni e le sue emozioni. Per la prima volta nell'ambito degli studi sull'esperienza filmica, il paradigma della cognizione incorporata e l'ipotesi della simulazione incarnata vengono adottati per descrivere la relazione dello spettatore con i personaggi e con i mondi della finzione cinematografica, in un serrato dialogo fra teorie del cinema, estetica e neuroscienze cognitive. Acrobazia, caduta, impatto, capovolgimento, deriva sono le cinque tappe di questa esplorazione - quasi un unico movimento che scaturisce dalla capacità del film di attivare la mente e il corpo dello spettatore e che conduce quest'ultimo verso il senso più profondo e umano dell'atto di partecipare empaticamente alle azioni, alle emozioni e ai desideri del personaggio.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Dal Giappone al Tibet e successivamente all'India: l'odierna tappa dell'appassionante viaggio tra gli splendidi tesori dell'Arte Orientale ci porta nelle terre del Rajasthan. Ancora una volta lo scenario si apre su un mondo pieno di fascino, ritratto in miniature che propongono - a volte con giochi pittorici di incantevoli, smaglianti iridescenze madreperlacee - alcuni momenti della vita di corte Rajput. Le immagini qui presentate possono essere, a volta a volta, lo specchio fedele di una realtà o la rappresentazione idealizzata della regalità del potere, il ricordo di fasti inconsueti o la rievocazione nostalgica e quasi patetica di un mondo scomparso. Ma non c'è dubbio che nella figurazione solenne dei sovrani, così come in quella più modesta dei loro collaboratori e cortigiani, e nella rappresentazione di scene di colore e di costume e di festeggiamenti nei giardini del palazzo regio, esse paiono sempre evocare sottilmente il ricordo letterario di certi dettami kautiliani o arieggiare la calda sensualità profana della Sattasai e gli appassionati slanci del Gitagovinda.
Cerca a catalogo altri titoli simili