Ultimi arrivi

Dopo la rivoluzione d'Ottobre, la ricerca artistica di Stanislavskij culmina nella regia della commedia di Beaumarchais "La folle giornata" o "Il matrimonio di Figaro", fondata sul metodo delle improvvisazioni e delle azioni fisiche. Il libro documenta i processi attivati da Stanislavskij nel lavoro di preparazione dello spettacolo attraverso le testimonianze degli attori, di quanti hanno collaborato alla messinscena e di chi, come Nekrasov, si è dedicato a valorizzare il percorso del maestro russo con la commedia di Beaumarchais, dopo aver preso parte per molti anni alla sua rappresentazione.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Il saggio analizza l'allestimento de "Il giardino dei ciliegi" di Cechov, presentato da Peter Brook a Les Bouffes du Nord nel 1981. Prima, e finora unica, messa in scena di un testo cechoviano del regista inglese, rappresenta un momento di raffinata eleganza compositiva e di estremo rigore interpretativo. Con un implicito riferimento alla prima rappresentazione del Teatro d'Arte di Mosca, Brook decide di stemperare i toni tragici e cupi, svolgendo tutta la vicenda in un continuo movimento emotivo, dimostrando che le polemiche sul genere tra Stanislavskij e l'autore non erano speciose, bensì indicavano una linea interpretativa precisa e percorribile. Il risultato finale appare come una profonda riflessione sulla vita che sfugge.
Cerca a catalogo altri titoli simili