Ultimi arrivi

Tous les aspects du sport et des pratiques sportives en Grèce et à Rome sont ici étudiés et décrits: l'éducation physique, les jeux et joutes sportives, les concours, l'entraînement, le déroulement des épreuves, les disciplines pratiquées, la vie des athlètes, et, bien sûr, la naissance et l’organisation des Jeux Olympiques, ainsi que les cérémonies religieuses quiy sont liées.Rigueur scientifique, anecdotes révélatrices, analyse historique: Violaine Vanoyeke offre un panorama complet et très vivant du sport antique de la guerre de Troie à la Rome impériale.
Cerca a catalogo altri titoli simili
L'opera come "fatto sociale" è l'aspetto che il libro si propone di analizzare, osservando parte di quanto è accaduto, al di fuori della musica e del canto, intorno a un Teatro che ha sempre coinvolto la città di Milano e si è conquistato una grande fama nel mondo anche non musicale
Cerca a catalogo altri titoli simili
La "Main", souvent appelée "boulevard du crime", a été le paradis du burlesque et du vaudeville. C'est là que les night-clubs ont connu leur heure de gloire, mais c'est aussi sur ce fameux boulevard que sont nés le cinéma et le théâtre québécois, ainsi que ce paradoxal Monument-National.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Nel 1590 esce il libro sugli abiti «di diverse parti del mondo» di Cesare Vecellio, parente di Tiziano. La sua grande novità e il suo interesse stanno nell’aver offerto al pubblico un’opera che associa immagini e discorso, mentre in quelle analoghe precedenti lo spazio era tutto occupato dalle immagini soltanto. Tra i numerosi abiti della raccolta di Vecellio, ci si è limitati a quelli che si possono chiamare «esotici», riprendendo il titolo di un’altra raccolta cinquecentesca, quella francese di Guillaume Le Bè, Costume exotiques, uscita in Francia cinque anni prima. Confronti con altri abiti, presentati da Vecellio o da artisti contemporanei, sono proposti quand’appare necessario. Gli abiti americani sono tolti dalla seconda versione vecelliana, ritoccata e ampliata nel 1598. L’intento di questo libro non è di restituire l’immagine degli abiti «esotici» nella prospettiva della storia del costume, ma è piuttosto un approccio iconografico e testuale per reperire elementi della mentalità di allora. Dopo un secolo di scoperte che hanno sconvolto i segni di riferimento tradizionali, come un veneziano del Rinascimento vede e giudica gli sttori di questo immenso teatro del mondo? Come vede gli altri? «l’altro»? Il libro di Vecellio ci rimanda, come uno specchio, l’immagine di chi è guardato e di chi guarda e, dietro di lui, quella di una parte della società europea di allora.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Il volume, uscito per la collana I quaderni del Castello di Elsinore, raccoglie gli atti di un convegno tenuto ad Alba dal 30 ottobre al 1 novembre 2001. Alcuni interventi hanno affrontato l'argomento proposto dal titolo guardando al rapporto fra strutture di produzione o fruizione spettacolari e città moderna: Casetti parla dell'integrazione delle sale cinematografiche nel "palcoscenico" urbano, Bianchi dell'uso di spazi "impropri" da parte dell'avanguardia teatrale americana, Bertinetti e Perrelli dei teatri di Londra e Stoccolma all'inizio dello scorso secolo, Rassu della fondazione del Piccolo, Prono della storia di Torino come location cinematografica. La prospettiva generalmente preferita è stata però quella dell'analisi dell'immagine (e dell'immaginario) della metropoli nella drammaturgia (nel senso più ampio) novecentesca
Cerca a catalogo altri titoli simili