Ultimi arrivi

L'opera tratta la questione centrale della Teoria Fondamentale: cioè l'esistenza e la natura del diritto nella Chiesa. La prima parte sviluppa il tema del rapporto tra Chiesa e diritto, la seconda offre un approccio globale al diritto canonico.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Il volume indaga le reti delle donne seguaci di Girolamo Savonarola, numerose nelle due generazioni successive alla morte del predicatore e leader politico. Nel tentativo di rimanere fedeli agli insegnamenti del loro capo, le seguaci di Savonarola dovettero spesso fare i conti con superiori ostili all'interno degli ordini religiosi cui appartenevano, furono esposte a pressioni politiche locali e all'ostilità nei confronti del protagonismo femminile, ben radicata nelle gerarchie cattoliche. In questo senso, "Le donne di Savonarola" offre una ricostruzione della presenza femminile in uno dei più importanti e controversi movimenti religiosi europei della prima età moderna
Cerca a catalogo altri titoli simili
This monograph offers a full inventory and analysis of all of the extant correspondence between the bishops of Hispania and Rome from the third to the seventh century. No such study has been executed in any language. The study intends to enlighten the reader on how the bishops and the Roman pontiffs interacted.
Cerca a catalogo altri titoli simili
«Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che è mio è tuo; ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato». La "Parabola del Figliol prodigo (Lc 15, 11-32)" ha sempre affascinato e fatto meditare, suscitando molti commenti, dai Padri della Chiesa a Erasmo da Rotterdam, da Calvino a Voltaire, fino ad autori contemporanei come Gide e Rilke. Questo volume presenta una lettura pedagogica della parabola, condotta secondo un angolo visuale, categorie concettuali e sensibilità che vengono dall'ambito educativo. Tale approccio ermeneutico, mai percorso finora, si rivela sorprendente e conduce molto lontano rispetto ai canoni consolidati, evidenziando un "disastro educativo" segnato dall'assenza della madre e riconoscendo nelle conflittuali dinamiche che si vanno configurando tra i personaggi (il padre e i due fratelli) le caratteristiche di tre paradigmi pedagogici dell'educazione, che può essere autoritaria, libertaria o liberatrice.
Cerca a catalogo altri titoli simili
La monografia ha ad oggetto l'evoluzione storica della normativa canonica circa la stampa, a partire dal xv secolo fino ai giorni nostri. Attraverso sei capitoli, viene illustrato il passaggio dall'articolato sistema censorio ecclesiastico, che aveva trovato peculiare espressione nell'Index librorum prohibitorum, alla disciplina vigente circa la pubblicazione degli scritti dei fedeli contenuta nel Codice di diritto canonico e nella legislazione speciale sulle competenze al riguardo attribuite alla Congregazione per la Dottrina della Fede.
Cerca a catalogo altri titoli simili
«Nel mio ministero episcopale sono più volte tornato sulla liturgia, nella convinzione che aiutare i battezzati e la comunità cristiana nel suo insieme a vivere una vita liturgica pienamente e consapevolmente partecipata vuol dire favorire l'impegno cristiano su tutti i fronti, dalla vita spirituale all'esercizio della carità, dalla missione evangelizzatrice al coinvolgimento sociale e politico»: così Bruno Forte descrive l'esperienza liturgica, rinnovata e riformata dal Concilio Vaticano ii. La liturgia introduce la comunità in una relazione unificante con il Padre: è il luogo in cui il singolo e la Chiesa sperimentano l'avvento sempre nuovo dell'amore, l'avvento di Cristo, dove sono raggiunti e trasformarti dalla presenza divina e si lasciano amare dal Padre. Il percorso si snoda attraverso i momenti della liturgia, dall'iniziazione cristiana all'eucaristia, dal sacramento del matrimonio fino alla domenica, giorno della Chiesa.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Composto al volgere del secolo XI, l'"Elucidarium" di Onorio Augustodunense godette di un'enorme fortuna nel corso di tutto il medioevo. I manoscritti dell'originale latino sono centinaia, e altrettanto eccezionale è il numero di versioni nelle varie lingue europee. In ambito italiano si contano una traduzione dal francese, conservata da una trentina di codici, e tre volgarizzamenti dal latino, uno milanese, uno bolognese e uno bergamasco. Di quest'ultimo, tramandato da un unico manoscritto della metà del XV secolo, si offre qui per la prima volta l'edizione critica. Lo studio che la correda ne ricostruisce la genesi entro l'ambiente delle confraternite laiche che nella Bergamo quattrocentesca collaborarono strettamente con gli ordini mendicanti. All'interesse che ne consegue sul piano storico documentario si assomma quello linguistico, trattandosi di un testimone importante del volgare impiegato nella cittadina orobica, aperto agli usi delle scriptae sovramunicipali padane ma ancora poco permeabile all'influsso del toscano in via di affermazione.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Cet ouvrage est dédié à un large réseau de transferts culturels tissé par l’évêque Ambroise de Milan (et ses successeurs) entre la ville de Milan et l’Occident chrétien. Engendré par des donations de reliques, multipliées à partir des restes saints préservés à Milan, ces transferts culturels consistent essentiellement en la diffusion de modèles architecturaux et figuratifs. La base pour la présente étude est constituée par trois monuments où la présence des reliques milanaises est documentée ou fortement probable : le Concilium Sanctorum d’Aoste, le baptistère d’Albenga et la catacombe de Saint-Sévère à Naples. Chacun de ces monuments semble reformuler et réinterpréter de célèbres modèles milanais. Les reliques servent ainsi, de toute évidence, de « vecteurs de passage » à des images et idées. De plus, ce phénomène ouvre des perspectives vers une réflexion d’ordre plus global sur la construction identitaire à travers le culte des saints et ses manifestations artistiques entre le IVe et le Ve siècle. Ce livre permet cependant de réfléchir également au rôle culturel, ecclésiastique et politique joué par la ville de Milan, souvent éclipsée par Rome dans la littérature scientifique, pendant cette période cruciale de transition entre l’Antiquité tardive et le haut Moyen Âge.
Cerca a catalogo altri titoli simili