Ultimi arrivi

La communis opinio secondo cui l'abrogazione non eliminerebbe la norma dal sistema, revocandone ex nunc la validità, ma avrebbe semplicemente l'effetto di delimitarne cronologicamente l'ambito di applicabilità ai soli fatti pregressi confonde due piani di indagine: quello della "abrogazione" e quello della "irretroattività" della norma; confusione determinata dalla non chiara percezione della differenza tra le due accezioni in cui può essere assunto il termine "ambito temporale di validità" di una norma giuridica. La "norma giuridica" ha infatti una duplice "dimensione temporale": una "esterna" e un'altra "interna". La prima, quella "esterna", attiene, propriamente, all'arco temporale di "esistenza" di una norma all'interno di un certo sistema normativo, in quanto "appartenente" ad esso; appartenenza, e dunque "applicabilità", che dura fino al momento in cui interviene uno dei "fatti abrogativi" previsti in via generale e astratta dall'art. 15 preleggi, la cui verificazione integra la "condizione di cessazione di esistenza" di qualunque norma. L'altra "dimensione temporale" della norma, quella "interna", attiene viceversa all'arco temporale nel quale si deve verificare (o essersi verificata) la situazione di fatto riconducibile sotto la fattispecie da essa ipotizzata. Così intesa, la dimensione temporale della norma attiene dunque, propriamente, alla "retroattività" o "irretroattività" della "qualificazione" da essa operata in funzione dell'applicazione del tipo di disciplina ivi previsto.
Cerca a catalogo altri titoli simili
The book focuses on the variety of ways in which age and ageing are socially constructed, and the extent to which growing old is being transformed through processes associated with globalisation. The collection offers a range of alternative views and visions about the nature of social ageing, making a major contribution to theory-building within the discipline of gerontology. The different sections of the book give an overview of the key issues and concerns underlying the development of critical gerontology. These include: first, the impact of globalisation and of multinational organizations and agencies on the lives of older people; second, the factors contributing to the "social construction" of later life; and third, issues associated with diversity and inequality in old age, arising through the effects of cumulative advantage and disadvantage over the life course. These different themes are analysed using a variety of theoretical perspectives drawn from sociology, social policy, political science, and social anthropology.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Al centro di questo libro di Judith Butler è l’indagine sulla “politica della strada” e sul diritto plurale e performativo di apparizione del corpo all’interno del campo politico, attraverso l’esperienza del raduno collettivo. Dal movimento Occupy alle proteste di Atene, dalle cosiddette “primavere arabe” al Parco Gezi di Istanbul, dalle mobilitazioni queer a quelle degli immigrati irregolari, negli ultimi anni abbiamo assistito al moltiplicarsi delle manifestazioni di dissenso contro le logiche neoliberiste o contro governi e poteri repressivi. Al di là delle differenze, l’alleanza dei corpi in queste azioni collettive affronta ed “espone” all’attenzione di tutti una serie di temi interconnessi come la precarietà, la vulnerabilità, la rivendicazione di una vita vivibile e l’esclusione dalla sfera pubblica di apparizione. La tesi di Butler è che, nelle lotte democratiche, questi raduni possano esprimere forme di resistenza e solidarietà radicali da cui emerge una nuova idea di “popolo” - un popolo che sperimenta una ricomposizione attiva contro la frammentazione e le disuguaglianze indotte, interrogando in modo inaggirabile le frontiere dell’etica.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Il volume tratta della disciplina che regola l'amministrazione della società per azioni nel sistema tradizionale che costituisce il sistema legale, e quindi quello più frequentemente adottato, e nello stesso tempo il “prototipo normativo” destinato ad applicarsi anche ai sistemi alternativi, dualistico e monistico, salvo che sia diversamente stabilito, sulla base del rinvio generale operato dall’art. 2380, comma 3°, c.c. e dall’art. 223-septies, comma 1°, disp. att. c.c. La maggior parte degli argomenti trattati presenta, pertanto, i medesimi contenuti e le medesime problematiche anche nei sistemi alternativi. Pur nella completezza dei temi trattati, i maggiori approfondimenti sono dedicati alle modifiche introdotte dalla riforma societaria del 2003 e alle soluzioni ed opzioni interpretative, ormai sufficientemente sedimentate, che ne sono derivate, alle questioni di maggiore attualità emerse dal dibattito dottrinale e dall’elaborazione giurisprudenziale e alle non poche novità legislative che hanno interessato la materia. Una particolare attenzione, testimoniata dalle dimensioni dei relativi capitoli, è stata dedicata ai doveri e alla responsabilità civile dei gestori per l’importanza delle relative tematiche nella ricostruzione dello “statuto” dell’amministratore e per la considerevole rilevanza applicativa delle questioni trattate, testimoniata dalla frequenza con cui vengono all’attenzione della giurisprudenza e dalle disomogeneità e dalle incertezze delle soluzioni proposte. L’attualità degli argomenti, dovuta alla maggiore sensibilità che sugli stessi si è recentemente manifestata nel dibattito interno ed internazionale, ha richiesto di dare il necessario spazio anche al tema degli obblighi degli amministratori al manifestarsi della crisi di impresa e a quello dei compensi amministrativi.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Alla luce delle esperienze più recenti in tema di pianificazione strategica orientata a promuovere la qualità dei territori e la sostenibilità del loro sviluppo, l'attenzione è ad un concetto di analisi che vede il momento della rilevazione ed elaborazione delle informazioni territoriali non solo come base conoscitiva indispensabile per impostare azioni di policy o interventi ma anche come strumento di riconoscimento e valutazione del patrimonio di risorse che contraddistingue i luoghi, con particolare attenzione ai beni ambientali, culturali e sociali. L'obiettivo del volume è quello di introdurre alla teoria e pratica delle analisi territoriali propedeutiche alla progettazione strategica per lo sviluppo sostenibile, soprattutto a livello locale e settoriale. Si offre quindi una rassegna di metodi e strumenti per effettuare la raccolta delle informazioni e per organizzarle in modo da costruire la conoscenza necessaria a supporto dei processi di policy making e di intervento. In tutte le parti del testo ricorrono esempi per chiarire i metodi proposti e le loro possibili applicazioni. Per completare il quadro, l'ultimo capitolo presenta il caso studio del Progetto Europeo CulturALP, dedicato al rafforzamento della conoscenza sugli insediamenti storici alpini con l'obiettivo di promuovere politiche integrate innovative per la protezione e la valorizzazione di questo particolare patrimonio culturale.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Le développement et la diffusion de l’internet et des technologies numériques ont transformé la communication écrite en faisant émerger une de ses modalités particulières : la communication numérique écrite. Cet ouvrage veut aider les étudiants à appréhender les caractéristiques de ces nouveaux écrits et à analyser diverses situations de communication numérique (messageries, forums, réseaux socio-numériques, tchats, etc.). En mêlant concepts théoriques, principes méthodologiques et description des phénomènes discursifs et communicatifs les plus remarquables, cet ouvrage répond aux diverses questions que peut se poser l’étudiant face à ces écrits : quelles sont les théories et les méthodes les plus pertinentes pour analyser la communication numérique écrite ? Quelles sont les spécificités de ces écrits ? Quels effets a la communication numérique écrite sur l’organisation des échanges communicatifs, sur l’établissement de relations interpersonnelles ou sur la construction de l’identité ?
Cerca a catalogo altri titoli simili
Il volume analizza gli istituti del codice dei contratti pubblici maggiormente investiti dalla rilevante portata innovativa del d.l. 18 aprile 2019, n. 32 cvt. in L. 15 giugno 2019, n. 55, la c.d. normativa "sblocca cantieri". In questo modo il volume costituisce una guida operativa essenziale per operatori economici e stazioni appaltanti ed è un momento di confronto fondamentale per l'attività di difesa in giudizio degli avvocati. Vengono, infatti, prese in esame le novità normative, inquadrandole in un esame generale dell'istituto cui segue un'analisi della giurisprudenza intervenuta sul punto, allo scopo di valutarne la perdurante validità e capacità orientativa nel nuovo contesto disciplinare. Per ciascun istituto vengono poi individuati i decreti ministeriali e le linee guida dell'Anac ancora applicabili in quanto compatibili con il testo modificato del codice dei contratti pubblici. Il volume nasce dalla collaborazione di un gruppo di giovani studiosi, magistrati, avvocati, funzionari pubblici, funzionari dell'Anac, viceprefetti che quotidianamente applicano la normativa sugli appalti e sono chiamati a darle un'interpretazione che garantisca legalità senza mai sacrificare l'efficienza amministrativa e la necessità di fare degli appalti volàno di sviluppo e di occupazione nella nostra economia. I dati del 2018 ci dicono che gli appalti valgono oltre 139 miliardi senza neppure considerare l'indotto. Costituiscono una leva di politica industriale di forza straordinaria e possono dare ricchezza al nostro Paese e servizi ed opere pubbliche migliori ai cittadini.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Le aziende familiari costituiscono la forma più antica e importante di organizzazione dell’attività imprenditoriale. Oltre l’80% delle aziende nel mondo sono imprese familiari e coniugano così il principio capitalistico con il principio dinastico della comunità familiare. Italia e Germania, per esempio, sono entrambe culle importanti di imprese familiari. Le aziende italiane eccellono nelle classifiche mondiali per quanto riguarda l’anzianità di fondazione: sei tra le prime dieci, infatti, sono italiane. Ma da cosa è dato il successo delle imprese familiari? Quali particolari punti di forza possono mettere in gioco? E quali sfide devono affrontare? A queste domande rispondono gli autori di questo libro, ricco di analisi approfondite, testimonianze di imprenditori di successo e, al tempo stesso, di piacevole lettura.
Cerca a catalogo altri titoli simili