Ultimi arrivi

Great Christian Jurists and Legal Collections in the First Millennium is a systematic collection of essays describing how Christian leaders and scholars of the first millennium in the West contributed to law and jurisprudence and used written norms and corrective practices to maintain social order and to guide people from this life into the next. With chapters on topics such as Roman and post-Roman law, church councils, the papacy, and the relationship between royal and ecclesiastical authority, as well as on individual authors such as Lactantius, Ambrosiaster, Augustine, Leo I, Gelasius I, and Gregory the Great, this book invites a more holistic and realistic appreciation of early-medieval contributions to the history of law and jurisprudence for entry-level students and scholars alike. Great Christian Jurists and Legal Collections in the First Millennium provides a fresh look, from a new perspective, enabling readers to see these familiar authors in a fresh light.
Cerca a catalogo altri titoli simili
La Prima guerra mondiale scoppiò in una Europa globalmente cristiana, e la tentazione di mescolare fino a confonderle guerra e religione non fu illusoria. Se il ritorno sugli eventi del Primo conflitto mondiale potesse aiutarci a comprendere l'incongruità della strumentalizzazione della religione come della sacralizzazione della guerra e della violenza, questo volume avrebbe assolto ad uno dei suoi compiti maggiori. Attraverso questa raccolta di studi, inoltre, si intende far capire meglio l'essenza della posizione della Santa Sede nei conflitti, specialmente quando i contendenti sono cristiani, anzi cattolici. La Santa Sede, infatti, non rivendicò tanto una certa «neutralità», bensì una reale «imparzialità» in cui manifestò attivamente il suo interesse per la pace e offrì il suo contributo a creare le condizioni di una dignitosa e pacifica convivenza. (Bernard Ardura)
Cerca a catalogo altri titoli simili
La tradizione mitologica dell'India è vasta e magnifica quanto il Paese in cui è nata, oltre cinquemila anni fa. È popolata da trentatré milioni di figure tra dèi, demoni e guerrieri, ma in realtà sono circa sessanta i personaggi che determinano la fisionomia del culto induista. Sono loro i protagonisti di queste affascinanti pagine dense di storia antica: misteriosi dei antropomorfi dalle molteplici braccia e feroci animali deificati che con decisioni e capricci plasmano il mondo degli uomini. I miti indiani non è solo un'antologia di testi interessanti e sconosciuti ai più, ma anche una finestra che guarda alle radici di un popolo e di una cultura remoti. È una guida inconsueta per chi, viaggiando in India, voglia appropriarsi in modo più intimo dell'anima di un Paese che Tiziano Terzani definiva "il punto di partenza di tutto. Dove il divino è nella quotidianità della gente, nei gesti". È uno strumento per avvicinarsi all'arte indiana, poiché ogni deità è presentata con una o più illustrazioni. È una lettura che offre spunti lontani, capaci di arricchire la nostra conoscenza interiore. Il volume, che si completa con un glossario e una raccolta di testi in sanscrito, è stato pubblicato per la priva volta nel 1982; e ancora oggi è uno dei testi più completi sul tema mai usciti in Italia e rappresenta la prova che la mitologia non è soltanto fantasia popolare, ma anche poesia e verità; è pensiero religioso, non pura e semplice idolatria
Cerca a catalogo altri titoli simili
Fortemente influenzati da quelli greci, ma dotati anche di una originalità dovuta a una tradizione più che millenaria, i miti romani sono stati l'asse portante della visione politica e religiosa della società che ha fondato l'impero più importante dell'antichità. Questo volume ricostruisce le leggende e le storie degli dei e dei personaggi divinizzati che hanno dato origine a uno dei più fastosi complessi di credenze religiose dell'antichità
Cerca a catalogo altri titoli simili