Ultimi arrivi

La socializzazione tra pari e con i docenti è divenuta negli ultimi anni sempre più centrale per la salute mentale e per il benessere degli studenti. Il costrutto teorico dell'apprendimento sociale ed emotivo (SEL) risulta essere un aspetto protettivo dal disagio scolastico e propedeutico alla costruzione di relazioni sociali efficaci e soddisfacenti. Questo volume ripercorre le principali tappe della costruzione teorica del modello del SEL e descrive i programmi di intervento sviluppati in base ad esso e implementati a partire dalla scuola dell'infanzia fino a quella secondaria. Inoltre, vengono presentati metodi e strumenti di valutazione dell'apprendimento sociale ed emotivo, al fine di verificare l'efficacia dei programmi nell'ambito scolastico. Una risposta concreta al bisogno di favorire lo sviluppo delle abilità socio-emotive di alunni e alunne delle scuole di ogni ordine e grado.
Cerca a catalogo altri titoli simili
This timely book explores the legal and practical challenges created by the increasingly automated decision-making procedures underpinning EU multilevel cooperation, for example, in the fields of border control and law enforcement. It argues that such procedures impact not only the rights to privacy and data protection, but fundamentally challenge the EU constitutional promise of effective judicial protection. Focusing on informational cooperation in the EU Area of Freedom, Security and Justice, this book examines the extent to which the EU’s system of remedies allows individuals to enforce their rights against automated decisions – such as in cases of the rejection of a residence permit application or the execution of search warrants. Concluding that enforcement of rights is difficult to achieve, the book calls for the comprehensive legal empowerment of individuals through a deep procedural review of automated decision-making. It advances the academic and policy debate on human-centric digital innovation, presenting an empirical case for greater scrutiny of the uses of new technology.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Siamo sommersi dalle scartoffie. Bollette, multe, moduli per l'iscrizione in palestra: è l'età della burocratizzazione totale. Ma come ci siamo arrivati? Di solito si pensa che la deregolamentazione sia un cambiamento positivo: meno lungaggini e meno regole che soffocano l'innovazione, il commercio e l'iniziativa individuale. E invece le riforme volte alla liberalizzazione del mercato e alla riduzione della burocrazia incrementano esponenzialmente le norme da interpretare, i moduli da riempire e le code da sopportare. La cultura burocratico-aziendale ha progressivamente invaso gli uffici pubblici, le università, ogni ambito della vita quotidiana. Il potere pubblico si è alleato con l'interesse privato e si è fatto strumento di un sistema sempre più arbitrario, che usa la lingua della razionalità e dell'efficienza per nascondere obiettivi irrazionali: estrarre ricchezza per il profitto dei privati. Ma c'è un problema ulteriore: perché le regole ci attraggono? I rapporti burocratici - freddi, meccanici e impersonali - sono anche facili e prevedibili, e ci offrono l'opportunità di sperimentare situazioni in cui tutta la complessità della vita vengono spazzate via. Il motivo nascosto del fascino della burocrazia è la paura della libertà. Come immaginare, dunque, una società davvero libera? In questo libro, Graeber spiega le ragioni della nostra ambiguità nei confronti della burocrazia e delle regole a cui non riusciamo a sottrarci nonostante la loro evidente stupidità.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Cos'hanno in comune le nuove biotecnologie, la geoingegneria, i mercati del carbonio, il potenziamento umano, l'intelligenza artificiale? Dietro la varietà di tecniche e di ambiti applicativi si cela l'unione apparentemente incongrua di razionalità e imprevedibilità: piegare il mondo alla propria volontà non mediante il suo disciplinamento ma grazie alla crescente indeterminazione dei processi; trarre vantaggio da turbolenza e disordine; porsi in sella all'incontrollabile per farsene trasportare. Il libro mette a fuoco questa logica elusiva ricostruendone la genealogia e rilevandone la coincidenza con la razionalità di governo neoliberale, dove i dualismi tradizionali (natura/tecnica, materia/linguaggio, vivente/inanimato, realtà/cognizione, attivo/passivo ecc.) sono sempre più destituiti. Per i "nuovi materialismi" - punta avanzata della teoria sociale - queste polarità supportavano forme di dominio su umani e non umani. Ma che fare se l'anti-dualismo è asservito a un potere sempre più pervasivo che asseconda le minacce ecologiche invece di contrastarle? Il libro cerca una risposta nell'irriducibilità del reale alla sua descrizione, della natura a mero ambiente, trovando in Adorno e nel concetto di forma di vita una chiave teorica, e nell'attivismo prefigurativo un campo di esperienze promettenti.
Cerca a catalogo altri titoli simili
A significant addition to the growing body of literature on citizenship, this wide-ranging overview focuses on the importance, and changing nature, of citizenship. It introduces the varied discourses and theories that have arisen in recent years, and looks toward future scholarship in the field. * Offers an analytical assessment of the various thematic discourses and provides guidance in pulling together those discrete themes into a larger, more comprehensive framework * Identifies the four broadly conceived themes that shape the many discourses on contemporary citizenship - inclusion, erosion, withdrawal, and expansion * Includes a thorough introduction to the subject.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Il volume esamina la “clausola del beneficiario effettivo”, oggetto di un acceso dibattito interpretativo, e la sua evoluzione nel contesto internazionale, europeo e interno. Si tratta di uno strumento introdotto per superare talune criticità concernenti la soggettività tributaria, in relazione alla scissione tra titolarità formale e sostanziale dei flussi reddituali, al fine di identificare il soggetto fiscalmente imputabile, contemperando altresì l’esigenza (solo apparentemente contrapposta) di evitare doppie imposizioni. Oggetto dell’analisi non è solo il significato dogmatico della clausola, ma anche la funzione pratica che è chiamata ad assolvere nel rapporto fra gli Stati, per non compromettere le basi del sistema tributario, nel quale ogni elemento di incertezza può dar luogo ad effetti che si ripercuotono sull’intero impianto normativo e sul funzionamento stesso dei meccanismi economici. La ricerca di un bilanciamento tra certezza del diritto e certezza del tributo è il filo conduttore di questo lavoro, la cui finalità è quella di individuare le possibili prospettive future della clausola del beneficiario effettivo, che ha caratteristiche poliedriche, in grado di plasmarsi, adeguandosi alle esigenze economico-giuridiche rilevanti. Ciò tenendo conto dei profondi mutamenti, tanto legislativi quanto giurisprudenziali, che ne hanno veicolato la ricostruzione sul piano sostanziale e procedurale, nel complesso contesto dell’economia globale, influenzata da fenomeni geopolitici, crisi sanitarie, dinamica degli investimenti e delle politiche monetarie.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Ovunque, tra i paesi democratici, sotto i colpi di crisi finanziarie ricorrenti, migrazioni incontrollate e crescita stagnante, si sta insinuando un dubbio sempre più persistente. E se il nostro sistema democratico, che ci ha portato progresso e stabilità, non fosse più la forma di governo migliore per affrontare i cambiamenti e le sfide del XXI secolo? È, oggi più che mai, una domanda fondamentale. Tanto più, visto che ad ogni voto si erode la partecipazione degli elettori e montano pulsioni centrifughe e populiste, in Europa e negli Stati Uniti. David Runciman non pensa che la democrazia sia finita. Piuttosto, sostiene che stia soffrendo - questo sì - di una «crisi di mezza età». Sì, la democrazia è spesso disordinata, lenta e inefficace. Sì, gli elettori a volte scelgono governanti impresentabili o oltremisura. Sì, la democrazia in questo momento storico sembra particolarmente stanca e non gode di buona salute. Eppure, nonostante tutto, c'è ancora qualcosa di speciale in questo sistema imperfetto. Uno dei suoi grandi meriti è la capacità di autointerrogarsi sui propri limiti e di correggersi in corsa, come nessun'altra forma di governo. La democrazia come la conosciamo non cadrà, ci dice Runciman, per un colpo di Stato, né a causa della rivoluzione digitale, o in seguito a una catastrofe climatica o nucleare; paradossalmente sembra che l'aspirazione delle comunità umane sia sempre progressiva e che con il tempo vada sempre, inevitabilmente, ad assestarsi verso un sistema che oggi è dato per scontato. L'ondata populista, il trumpismo, le tentazioni illiberali, la reductio ad absurdum della politica, le risse su Twitter non saranno la fine della democrazia.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Depuis peu, les militants de la cause woke défrayent la chronique en raison des actions qu'ils mènent dans les universités pour y interdire toute forme de pensée considérée comme attentatoire aux principes qu'ils défendent. Dans les débats en cours, un point essentiel est passé inaperçu. Avocats et adversaires du wokisme partagent un même mot d'ordre. Il faut, affirment-ils tous, "reconstruire" après avoir "déconstruit". Le projet est le même auquel étrangement souscrivent deux camps que, pourtant, tout distingue. En ce sens, le wokisme et l'antiwokisme se caractérisent pareillement par leur opposition à l'idée de déconstruction. Encore faudrait-il savoir ce que le mot signifie et se donner ainsi une chance de comprendre l'étrange "reconstructionnisme" qui prévaut aujourd'hui et dont la logique conduit fatalement à l'affrontement de deux identitarismes adverses. Car il importe moins, contre l'opinion unanime, de reconstruire enfin ce qui avait été hier déconstruit que de déconstruire encore ce qui prétend se reconstruire aujourd'hui. Selon une leçon que la littérature nous prodigue aussi, essentiellement réfractaire au diktat et aux simplifications d'un certain discours militant.
Cerca a catalogo altri titoli simili