Ultimi arrivi

This volume offers an extensive introduction to 6th-century Byzantine historian Procopius of Caesarea, widely regarded as one of the last great historians of Antiquity. Procopius’ monumental oeuvre is our main contemporary source for an array of highly significant historical developments during the reign of Justinian I (527-565), ranging from warfare with Persia in the East and the reconquest of large parts of the Western Empire from the Goths and Vandals to aspects of social and economic history.
Cerca a catalogo altri titoli simili
La fine della dinastia degli Antonini e l'avvento di quella dei Severi costituiscono uno spartiacque nella storia imperiale: preannunciano in modo significativo l'incipiente crisi del III secolo, ma soprattutto rappresentano il culmine dell'espansionismo romano e determinano un radicale mutamento ideologico nella concezione del principato nei suoi riflessi economici, sociali e religiosi. Il volume valorizza i momenti di rottura e di novità del periodo impostando su basi originali l'analisi di questi temi.
Cerca a catalogo altri titoli simili
La comprensione storica richiede categorie capaci di cogliere quell'intreccio tra passato e futuro che definisce la qualità temporale specifica di ogni momento dell'accadere. Il "futuro passato" è la forma caratteristica in cui l'orizzonte di aspettativa proprio dell'epoca trascorsa risponde e reagisce allo spazio di esperienza che lo suscita. Il libro di Koselleck cerca di fissare i nodi strutturali del variare di questo orizzonte lungo la mobile linea di intersecazione tra la prospettiva dell'interprete e la prospettiva dell'epoca considerata.
Cerca a catalogo altri titoli simili
L'Impero romano, lungi dall'essere la roccaforte della conservazione, è piuttosto l'immagine della disgregazione di un mondo, la storia della classicità che si disfa e muore: il fatto sociologico più rilevante nella storia della nostra cultura." In quest'opera, Santo Mazzarino affronta i grandi temi della civiltà occidentale, dal saeculum augustum alla fondazione degli Stati romano-barbarici nel V secolo d.C., in una sintesi che salda la storia dell'Impero alla storia della Chiesa cristiana. Economia e storia della cultura si intrecciano in questa organica narrazione del lento sfaldarsi delle istituzioni romane e dei primissimi albori delle strutture feudali.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Robert Eisler, the polymathic Jewish Austrian scholar and Holocaust survivor, faded into obscurity after his death in 1949. A contemporary and associate of Walter Benjamin, Aby Warburg, and Gershom Scholem, Eisler spent his early years in fin-de-siècle Vienna and trained as an art historian and economist. In this book, the first in English devoted to Eisler’s life and thought, Brian Collins takes us through the development of Eisler’s ideas about the philosophy of values, comparative mythology, Christianity, psychoanalysis, monetary policy, and anthropology. Collins also explores the bizarre and sometimes tragic events that defined Eisler’s life, including his arrest for art theft in 1907, his controversial reconstruction of a physical description of Jesus, and the fifteen months he spent in Dachau and Buchenwald, the inspiration for his final book, Man into Wolf: An Anthropological Interpretation of Sadism, Masochism, and Lycanthropy.
Cerca a catalogo altri titoli simili
Sono qui raccolte le "Consulte" di Pietro Verri, ossia relazioni, memorie, pareri sulle materie nelle quali veniva interpellato in qualità di funzionario d'alto rango del governo austriaco. Scrittore satirico, economista, filosofo, storico, memorialista, «il maggiore degli illuministi italiani», l'edizione nazionale delle opere di Pietro Verri (1728-1797), pubblica gli scritti di uno tra i pensatori più influenti del nostro Settecento.
Cerca a catalogo altri titoli simili